Ameo'e altrimenti

Le Domande di Bambù

L’infiorata di San Luigi Gonzaga

infiorata
Un’ inquadratura fortuita, tra i sampietrini
il resto alto dei muri
fin su  – mattoni fornace d’evo medio –
fin su la strettoia del cielo:
le mani dal tascapane scelgono petali e semi
anche soltanto per caso gli uni o gli altri
 
piccole mani, quasi un sogno di fiori
la strada nei confini di gesso
 
come parole puntigliose spiegazzate al vento fermo
le ho ascoltate
pensando al silenzio delle figlie dilette
andate scalze chissà per dove, un buio
un campo d’iride o la gola roca che inghiotte.
 
La notte d’estate accorcia le distanze
la via del Casalino chiude il mondo intero
apre ai passanti le speranze sorridenti
 
ma non dice nulla
la bambina che lavora con lena
– sarà fatto–  ricordo che l’ho colto
in quell’attimo scarlatto sulle sue labbra.

sarà_fatto

Annunci

6 commenti

  1. uno scorcio fuori dal tempo. forse 🙂

  2. grazie Alex
    ho provato a scriverti una e-mail ma mi è tornata indietro, forse ho memorizzato in rubrica l'indirizzo sbagliato
    prova a scrivermi tu così riciapo indirizzo giusto

  3. utente anonimo

    Ti ho ritrovata finalmente, infanzia dorata

  4. utente anonimo

    p.s.
    Sono Alex!

  5. wowowo ti ho trovata anche io!!
    sempre magnifica!
    chicca

  6. un saluto e un arrivederci a dopo il 26, che la vita ti sia propizia sempre!!
    chicca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: