Ameo'e altrimenti

Le Domande di Bambù

L’uomo che amava di gran lena i passi d’erba finché non raggiunse il mare

A passi pochi passi il confine prezioso
con le terre d’ocra  
ripeteva
ripeteva
così sporgi prima che sia il giorno
un altro ( eppure lo stesso tempo
fonde fuoco e oro)
 
tra i fili d’erba ti ho cercato
dal pensiero esile alla curva vivace
nel tragitto dove l’amore
non trova le giuste parole
se è giusto coglierne il silenzio
alle radici
per l’unico seme in germoglio
 
s’accende il dirupo ( non vedi, al mare ritorna  
il cardine del suo pianto abbandonato )

a dismisura s’apre.

***********************************************mare e zolfo (voodoo)

Annunci

4 commenti

  1. come fa l'orizzonte a non essere retta

  2. utente anonimo

    Sei tornata!!! E le tue parole traboccano di luce!
    Alex Dracht

  3. a cercare, fra i fili d'erba, si scovano fili d'orizzonte  plasmato su agognati profili…
    ah, come affascina il mare che la va le lacrime….

    sempre brava, tu.

  4. bella
    grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: