Ameo'e altrimenti

Le Domande di Bambù

Archivi Mensili: settembre 2009

La Lacrima

Nel mese delle prugne selvatiche arrivo tardi, insinuo la frenesia tra i tronchi le scanalature nel muso di cervo   spirito del bosco ho il timore del cucciolo   oh no, sarò di ritorno tra poco il tempo del salto del furto al buio, d’animo nero sono di notte nata sacra, in equilibrio tra voce …

Continua a leggere

Paraponza ponzi pa. Diario poetico. Stefe e Mara.

SCENA I: la traversata da San Felice Circeo all’Isola di Ponza   Siete in vacanza signore, tranquille!   Traghetto si nasce, in genere   poi si diventa anche passeggeri i pensieri pigri a bordo, tra pendo a prua taglio di vento o sgomito a poppa allungo di scia lasciamo l’amo, una traccia di piercing sulla …

Continua a leggere

L’approssimazione della lisca

Dove c’è mercato c’è che vai e poi rivieni, dove c’è qualcuno la speranza di esistere   carne e polpa   la mia gatta si rifila le unghie una ad una, le ripassa dalla base alla punta finemente con metodo. Non crede nell’aldilà più nel qui, dove i pesci puzzano al terzo giorno.   Vago …

Continua a leggere

Il canto del noce senza tempo

Frescobraccio, questo guscio che gli anni hanno intagliato distendendo i bordi al vuoto   perché c’è un fiore che nasce amato nell’unica stagione del suo nascere.   E fresco allude al tempo nostro in braccio al cuore che ci rende   così siamo, in ogni luogo.

Continua a leggere

La sosta

Da questa vocale aperta di strade all’incrocio la linea che ferma l’inezia di un punto dove ti cerco alzando lo sguardo le sagome lente del viaggio, intorno le scatole di una città affollata si sente la spesa di spalle a fatica dentro l’orto che mi sfama un sorriso acceso mi ha sospeso nel giorno che …

Continua a leggere