Ameo'e altrimenti

Le Domande di Bambù

Mara e Stefania senza bicicletta nel Parco del Circeo

Uno. Due. Via

 

Dici, come ricorderemo l’inizio

della via per il parco:

 

stregate a piedi di falco, un paio

spaiate della stessa bellezza.

 

L’erica arborea

 

Solo l’intuito

intreccia crespo le rughe dei fiori

s’allarga tra querce ansimando

ma è così cara amica che siamo leggenda.

 

Tutta una scusa

 

Mi scusi, il rosso l’hanno visto

– detto fatto – rincorso fin qui.

Nel covo dei pensieri annidati

e dispersi a mucchi, a ridosso

dei tronchi stiracchiati

l’orma tutto sente, lo scricchiolo

del sole sulle parole

ai contorni della foresta

fitto fitto lo sguardo

inventa il vento tra i rami e ramato

è l’amore che non si sa d’aver vissuto

 

come la cresta d’un picchio pazzo.

 

Nessuno l’ha visto ma anche la scusa

sogna e becca, sbecca cortecce.

 

Lo sbocco

 

I sentieri sbracciano ovunque

come la bocca vera, dal cespuglio di canne

s’incaglia alle labbra la meraviglia

del  lago dei tempi, dei tempi ancora le rive

incolte odorose di melma. Il silenzio appartiene.

 

Stretching

 

Mi affascina la secolare altezza

di questa betulla: tu stiracchi le fatiche

sulla sbarra d’entrata

mentre allungo il cuore selvatico

su ricordi che saprò nostri, aspri di giglio e di sole.

 

 

( Agosto 2009 )

—————————————————

DOV’è IL PICCHIO ROSSO?

dov

Annunci

8 commenti

  1. dov’è il picchio rosso? non lo vedo 8)

  2. Il Picchio rosso ha la pessima abitudine di posarsi sul ramo più alto dell’albero più alto 🙂
    e non risponde al cellulare

  3. è tutta una meraviglia come sempre del resto, io sono incodizionatamente per i tuoi versi a prescindere, ma ho una predilezione per la parte “Lo sbocco” …quel silenzio apaprtiene è una magia unica!!
    un abbraccio a tutte e due!!
    chicca

  4. oh sei tornata!!!!

    sei tu il picchio rosso stefi
    io ti immagino così

    tant’è passo domani con più calma
    stasera sono cotta
    e piena come un uovo.

    un abbraccio- ci tenevo. ciao
    (cmq ho letto…e sai sono con voi in questo parco. penso che tu saresti una guida luminosa e illuminante, ti sento così
    io più scura, ma potrei trovare le erbe che mi ha insegnato mia madre)-

  5. Mi sembra di vederti, mi sembra di vedervi … e poi ricordo la tua voce nel parco del Circeo 🙂
    Sento la tua mente che saltella da un’immagine all’altra, sento la tua curiosità e la tua attenzione.
    Che bello rileggerti cavallopazzo, o ti devo chiamare picchio rosso? 🙂

    Una voce inconfondibile e bellissima.

    ciao bellezzadolce.

    o.

  6. Che peccato! Siamo state così vicine e non ci siamo incontrate…
    Ciao Poeta.
    frantzisca

  7. ogni albero ha un’età, ogni età un albero

  8. i tuoi viaggi sono poesie da fermare
    foto al tuo album poetico..ciao stefy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: